Il duplice aspetto di una stessa realtà . Vi racconto il Villaggio Coppola.

Uno spettacolo, vero?

Questo è uno dei miei panorami preferiti e per rendervi la cosa più semplice ve lo racconto da una prospettiva completamente diversa. Questo nell’anteprima , per gli abitanti del luogo , non è un semplice panorama , ma lo spettacolo quotidiano che permette ad ogni singolo individuo del posto di dimenticare tutto il marcio che circonda la propria vita .

Il panorama raffigura una parte della costa di Pinetamare (ex Villaggio Coppola) nel comune di Castel Volturno (CE) . Ora non sto qui a spiegarvi la storia controversa di questo posto . Per anni e anni quotidiani locali e non ne hanno parlato più volte . Giusto per chi fosse interessato allego il link di wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Villaggio_Coppola  .

2016-04-19 19.42.55

Il Villaggio Coppola ha tanto da offrire al mondo . Ha tutto quel che serve per essere una delle principali località turistiche della Campania , ma ahimè! Il suo passato lo precede . Troppi sono stati i massacri giudiziari ( molti anche giusti , ma risolvibili in modo totalmente diverso ) e mediatici che per oltre 30 anni hanno tolto ogni speranza di ripresa alla gente del posto.

IMAG0098

Vivere al Villaggio Coppola vuol dire prima di tutto essere in conflitto con se stessi . Amarlo ed odiarlo allo stesso modo . La volontà di contribuire al suo sviluppo da parte dei cittadini c’è tutta ; quello che manca è l’aiuto della macchina col motore più grande . Quella della Repubblica Italiana. 

Se volessimo elencare i pro e i contro ,credo , non ci sarebbe domani , e finiremo anche col litigare . Ebbene si . Qui si vive solo di punti di vista soggettivi . Quel che per uno può essere un punto a favore , per qualcun altro , invece , è il perfetto contrario . Semplificando la cosa , voglio mettere in evidenza , un solo aspetto . Penso sia quello meno discutibile anzi , secondo il mio modesto parere, la caratteristica principale : Il “paradosso” .

Questo aspetto lo si può spiegare in modo molto chiaro . Il Villaggio Coppola è in grado di offrire al visitatore comune il duplice aspetto della medaglia . Da un lato abbiamo : Spiagge estese e ben curate (solo in estate) , ampi spazi , cinema , pub , pizzerie, ristoranti , un presidio ospedaliero a pochi passi , un centro commerciale (di scarso successo) e , cosa ben più nota delle altre , la sede del centro sportivo della S.S.C. NAPOLI . Quest’ultimo ospitato da una struttura che può vantare numerosi ettari di terra immersi in una pineta ampiamente protetta dalla Guardia Forestale ( Ah !Quasi dimenticavo . C’è anche il centro di formazione provinciale della Guardia Forestale ) e da uno dei campi da golf più grandi d’Europa .

Voltando la medaglia , però , le cose cambiano . Tutto quello che ho appena elencato vive in un contesto di totale abbandono e degrado . Come detto prima lo stato è assente, e l’ente comunale in dissesto finanziario da anni .  Non esistono ne regole ne legalità di alcun tipo . Ognuno fa quel che gli pare .  La segnaletica stradale è un miraggio ,e se non fai attenzione,  il primo “furbo” di turno si sente libero di appropriarsi di quel che vuole senza dar conto a nessuno ; mettendo cosi in discussione l’istituto della proprietà privata .

2338345859_8da50d168b

Per nostra fortuna esistono le associazioni . L’assenza dello stato viene in qualche modo sostituita dagli interventi dei piccoli gruppi locali .

L’associazione I love Pinetamare si occupa del decoro urbano ,l’associazione A.r.ca.  offre sostegno a famiglie disagiate , la redazione di Informare ha il compito di offrire una corretta e libera informazione ai cittadini e l’asso commercianti per l’organizzazione di feste in piazza. Se non fosse per questi cittadini esemplari non so fino a che punto Pinetamare riuscirebbe a sopravvivere .

Nonostante tutti questi aspetti c’è chi ancora si ferma, anche solo per un momento , a osservare i meravigliosi tramonti che questo posto ha da offrire.

Per molti questo non basta a risolvere i problemi , ma almeno da speranza . Come se tutti i problemi potessero dissolversi . Un po’ come fa il giorno quando incontra la notte .

Lasciando in un bel tramonto la speranza che il domani possa essere un giorno migliore.

 

Vincenzo Lo Cascio

 

About the author

Vincenzo Lo Cascio

View all posts

Rispondi